torna a inizio pagina
AA-AA-A-Accessibilità-Area Riservata-Admin

Sviluppare le potenzialità di OGNI persona

AREE DI INTERVENTO

Diritto-Dovere all'istruzione

icona settore Diritto-Dovere all'istruzioneAll’interno di questa area di lavoro SAPERI APERTI progetta e realizza percorsi indirizzati a prevenire e contrastare la dispersione scolastica e a favorire il successo nelle diverse fasi della propria formazione di ragazze e ragazzi impegnati nel loro percorso di crescita e di apprendimento.

In collaborazione con le istituzioni locali e con le scuole SAPERI APERTI progetta e sperimenta innovazioni e buone pratiche educative per contribuire alla qualità di un sistema formativo che abbia attenzione per l’inclusione di tutti gli allievi e per la loro crescita culturale e sociale.

I responsabili e gli operatori di SAPERI APERTI sono costantemente impegnati ad aggiornare la riflessione teorica e metodologica di fronte ai cambiamenti socio-culturali da cui emergono nuove esigenze formative: globalizzazione dell’economia, fenomeni migratori, compresenza di culture diverse, crescente complessità dei saperi e nuove tecnologia.

L’esperienza scolastica presenta quindi nuovi bisogni educativi come la necessità di formare competenze relazionali orientate al pluralismo, alla gestione dei conflitti, al potenziamento degli strumenti di inclusione e di apprendimento di tutti coloro che frequentano la scuola.

News

Content Management Powered by CuteNews

Responsabile

logo cooperativa
Il Responsabile del settore è:
ALESSANDRO SOLDI
Tel.: 0573 964656
Tel.: 0573 964591
Fax.: 0573 079029
Email: dirittodovere@saperiaperti.it

Scrivici

Modulo contatti

Scrivi qui sotto il tuo messaggio e quindi clicca sul pulsante Invia: ti risponderemo al più presto.

Ricordati di inserire la tua email od il tuo numero di telefono, altrimenti non potremo ricontattarti per fornirti le informazioni richieste!

Se possibile, fai una richiesta precisa specificando di quali informazioni hai bisogno: in questo modo sarà più facile risponderti ed otterrai le notizie che cercavi.














  

Interventi e percorsi


Obbligo di istruzione e diritto-dovere all'istruzione e alla formazione:

Le linee guida della Regione Toscana

Per le ragazze e i ragazzi con meno di 18 anni la Regione Toscana ha previsto numerosi interventi e percorsi integrati di istruzione e formazione professionale attuati a livello provinciale e subprovinciale.

Con la Delibera la Giunta Regionale Toscana ha approvato le Linee Guida per l'attuazione dell'Obbligo di Istruzione nella nostra Regione.

Dall'anno scolastico 2008-2009 l'offerta formativa, per i ragazzi interessati ai percorsi di formazione professionale, è costituita dai primi due anni degli attuali istituti tecnici, professionali ed artistici, con moduli integrati di istruzione e formazione, da un monoennio di formazione.

La Regione Toscana, infatti, con Delibera della Giunta Regionale n. 979 del 24 novembre 2008 stabilito che l'obbligo di istruzione per 10 anni a partire dall'a.s. 2008-2009, introdotto dalla legge 27 dicembre 2006 n. 296 (legge finanziaria 2007), sarà obbligo scolastico

.

In particolare le linee guida riguardano:

L'ORIENTAMENTO: Il primo importante momento di scelta avviene alla conclusione dell'istruzione secondaria di primo grado. La delibera prevede che le scuole secondarie di I° grado nel momento in cui adempiono alle disposizioni dell'annuale circolare ministeriale relativa alle iscrizioni per l'anno successivo, informeranno le famiglie e gli studenti che l'eventuale scelta nel canale della formazione professionale, in Toscana, è così caratterizzata: iscrizione obbligatoria ad una scuola secondaria di secondo grado, ove acquisire le competenze di base e, solo successivamente, possibilità di accedere alla formazione professionale, per almeno un anno, per conseguire una qualifica di II livello europeo.

L'OBBLIGO DI ISTRUZIONE: le linee guida confermando e rafforzando la scelta che in Toscana l'obbligo di istruzione è obbligo scolastico. Nell'anno scolastico 2009-2010 i giovani, in possesso della licenza di scuola secondaria di I grado, che avranno segnalato interesse per il canale della formazione, si iscriveranno negli attuali istituti tecnici, professionali o artistici.

IL DIRITTO - DOVERE all'istruzione e alla formazione: La Delibera indica le fasi per formulare i piani dell'offerta formativa per l'anno professionalizzante, che verrà realizzato per la prima volta a partire da settembre 2009

Corsi e progetti conclusi


Per approfondire